Per le meno esperte sul tema make up imbattersi nella sezione pennelli della nostra e-boutique può diventare un vero labirinto. Così tanti pennelli per make up, ognuno con le sue specificità, che verrebbe da chiedersi: Ho bisogno di comprarli proprio tutti? Abbiamo scritto questo articolo per mettere a tua disposizione tutto il nostro sapere e ti promettiamo che arrivata alla fine non avrai più alcun dubbio in merito!

I PENNELLI PIU'COMUNI E IL LORO USO:

  1. Pennello da fondotinta: setole compatte per garantire la massima copertura. Puoi usarlo sia con i fondotinta in crema che con i fondotinta in polvere.
  2. Pennello per terre e ciprie: da utilizzare per ottenere una stesura omoggenea delle polveri, è bene prendere in considerazione l'acquisto di questo penello anche in versione da borsa per i rapidi ritocchi da fare nel corso della giornata
  3. Pennello blush obliquo: la forma ergonomica delle sue setole garantisce la massima precisione nella tecnica del contouring
  4. Pennello occhi bombato: il più classico dei pennelli occhi, da utilizzare per rendere ancora più naturale il colore dell'ombretto e realizzare sfumature da make up artist; è inoltre un ottimo alleato per poter continuare ad utilizzare l'ombretto del cuore caduto a terra e ridotto in mille pezzi o per l'utilizzo dei pigementi di colore. Alcuni lo utilizzano addirittura per applicare il correttore
  5. Pennello eyeliner: il più piccolo tra gli accessori make up, irrinunciabile per lavorare sui dettagli. Questo pennello può essere utilizzato sia per applicare l'eyeliner sia per sfumarlo con lo scopo di creare una linea più sottile; può essere utilizzato anche per applicare l'ombretto nella rima interna dell'occhio
  6. Pennello Lip: consente di prelevare la giusta quantità di prodotto prevenendo antiestetici accumuli di prodotto sui denti e  aiutano a risparmiare in quanto con essi potrai prelevare la giusta quantità di prodotto

PERCHE' UTILIZZARE I PENNELLI E NON I POLPASTRELLI?

­

- I pennelli “posizionano” il prodotto dove riteniamo giusto: permettono di utilizzare le giuste quantità di prodotto e soltanto nella zona stabilita.

- I pennelli “stemperano” il prodotto rendendolo di conseguenza più “leggero” e naturale.

-I pennelli “facilitano” l’applicazione di ombretti scuri perché sfumano le polveri rendendole meno “presenti”  per peso ed effetto.

- I pennelli “velocizzano” la realizzazione perché  “localizzando” e “alleggerendo” la quantità in applicazione mettono al riparo da eventuali “rimozioni” di prodotto in eccesso.  

- I pennelli, scelti adeguatamente, accompagnano al risultato desiderato con semplicità.

Un esempio su tutti: per l’applicazione del blush prediligete per  l’effetto “bonne-mine” un pennello con setole arrotondate (n. 28) ed uno con taglio obliquo per “scolpire” e sottolineare lo zigomo (n. 26)

Trucchi da esperto per allungare la vita dei pennelli make up:

Lavarli di tanto in tanto con detergenti specifici: ll nostro detergente per pennelli senza alcool è la risposta ideale. La sua formula non aggressiva garantisce una detersione perfetta ed una lunga conservazione del pelo.

Inoltre, valore aggiunto, una volta deterso ed asciugato con una salvietta il pennello è immediatamente pronto per essere riutilizzato.

Nel caso non si disponga di detergenti specifici è consigliabile lavarli con acqua tiepida e sapone neutro (o shampoo delicato) e, dopo averli tamponati con una salvietta, lasciarli asciugare all’aria senza ricorrere ad asciugature rapide ma “traumatiche” come l’uso di phon e nei pressi di fonti di calore (ad es. termosifoni).

Cosa contraddistingue un pennello di qualità da tutti gli altri? Come riconoscerlo?

Come accade in tutti i settori non è facile saper riconoscere la qualità di un prodotto se non si è ferrati e preparati sull’argomento.

Ci sono comunque dettagli che fanno la differenza e potranno aiutarvi nella scelta:

-  se destinato ad applicare polveri per il viso, un buon pennello deve, ad esempio, esser “carezzevole” 

-  se serve a sfumare matite occhi e/o ombretti, un buon pennello deve esser dotato di pelo mediamente rigido ma, ovviamente, non deve crear fastidio nella zona particolarmente delicata sulla quale deve operare.

- se è destinato ad applicare il rossetto, un buon pennello deve mantenere compattezza nelle setole una volta raccolto il prodotto. Se così non fosse comprometterebbe il risultato.

- un buon pennello non dovrebbe perdere una quantità considerevole di setole durante sia l’utilizzo che la detersione