Il momento per mettere in risalto il proprio incarnato è finalmente arrivato, molte avranno già un colorito perfetto da valorizzare attraverso l’uso di bronzer da dai toni più dorati e caldi, altre hanno ancora la necessità di dare colorito al viso e un pizzico di tono a tutto l’incarnato.

 

Naturalmente come di consuetudine è importante scegliere delle tonalità di terra adatte al tipo di carnagione e optare quindi per un bronzer più o meno scuro a seconda del livello di abbronzatura che si è raggiunto. Ora non resterà che valutare pro e contro dei prodotti in polvere e dei prodotti liquidi per poter scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

 

La terra abbronzante per eccellenza è quella in polvere. La più utilizzata dalle donne in quanto più pratica e “leggera”. Tra le terre in polvere sono sicuramente da privilegiare quelle compatte rispetto a quelle in polvere libera (poco gestibili oltreché scomode da portare con sé in borsa per eventuali ritocchi). Di norma il colore andrebbe scelto in base al proprio incarnato. Si dovrebbe optare per una tonalità un po’ più scura ed ambrata rispetto alla pelle poiché, lo scopo di un prodotto con tali caratteristiche è regalare colore laddove ancora non c’è oppure intensificarlo qualora già ci fosse. La terra in polvere andrebbe applicata con un pennello di medie-grandi dimensioni con movimenti circolari su tutto il viso o su parte di esso (ad es. in sostituzione di un fard qualora si preferiscano colori più tenui e non “accesi”).

 

La terra in crema, composizione liquida, è invece è una valida alternativa a quella in polvere quando: - si è in presenza di una pelle particolarmente secca e disidratata - si ha l’abitudine ad utilizzare un prodotto in crema e non si vuole rinunciare alla ritualità di una applicazione del prodotto con l’ausilio delle mani - si abbia il timore che la terra in polvere possa inaridire e/o macchiare la pelle Sicuramente più morbida e confortevole della precedente nasce con una texture sottile (è equiparabile ad una BB/CC Cream) e non crea l’antiestetico “effetto maschera”, come a volte può avvenire invece con l’utilizzo di un normale fondotinta. Solitamente declinata in colorazioni ambrate che simulano l’effetto abbronzatura, donano al viso setosità e luminosità naturali.

 

ACQUISTA ORA:

 

ALTRI LINK UTILI:

SCOPRI COME USARE LA TERRA ABBRONZANTE PER UN LOOK RADIOSO ANCHE IN UFFICIO